mercoledì 26 febbraio 2014

Spaghetti con pomodorini e ricotta forte

Spaghetti con pomodorini e ricotta forte

Questa è una ricetta per una spaghettata da uno. Sì perchè c'è poco da fare, la ricotta forte o piace o non piace, non ci sono vie di mezzo. E qui da me sono l'unica che ne sopporta l'odore.

Per chi non la conoscesse, la ricotta forte (o ricotta ascuant - e prima che i miei zii partano all'attacco l'ho scritto come sta scritto su wikipedia) è una ricotta puzzosissima che wikipedia vi spiega bene qui. E se volete sapere come si chiama in dialetto ho trovato questo bellissimo video che io non riesco a smettere di guardare. Come alla signora alla fine del video, anche a me la ricotta forte piace. A natale le zie me ne hanno regalati due vasetti ed ora la spalmo dovunque, persino sulla pizza.

Ma per me uno dei modi migliori di mangiarla e negli spaghetti con i pomodorini. È una ricetta semplice e veloce, ma con l'aggiunta della ricotta diventa gustosissima.

Spaghetti con pomodorini e ricotta forte
Anche Mr Spock è neutralizzato dall'odore della ricotta forte e si nasconde.
Due note sugli ingredienti: 1) sì, mi mangio cento grammi di spaghetti tutta sola perchè a me la pasta piace - e come disse saggiamente mia mamma, "i carboidrati sono come le coccole" e 2) non mi sono dimenticata il sale, io mangio un po' dolce di mio e in questo piatto la ricotta forte per me è abbastanza per bilanciare il sapore dolce dei pomodorini.

Spaghetti con pomodorini e ricotta forte

martedì 18 febbraio 2014

Ciambella con lo yogurt alla vaniglia

(la ciambella che riesce sempre con il buco – ricetta di Liam & Monica)



Rapida, facile questa è la ciambella per tutti. Non serve pesare gli ingredienti e non c’è bisogno di mescolare. Non serve aver pazienza e, udite udite… non c’è bisogno del Bimbi. Basta un vecchio mixer a lame e un vasetto di yogurt come dosatore: insomma è la ricetta per chi come me con i dolci non ci sa fare!



Ricettario che si scrive e sfoglia da destra a sinistra per mancini, ma non solo.
Ingredienti:
4 vasetti di farina 00
2 ½ vasetti di zucchero
3 uova
1 vasetto di yogurt alla vaniglia
1 vasetto di olio d'oliva o olio di riso
1 bustina di lievito per dolci
1 bustina di vanillina (a piacere)



 


Mettete la farina e lo zucchero nel mixer per mescolarli un po’, poi aggiungete tutti gli altri ingredienti e fate andare il mixer fino ad ottenere un composto omogeneo. 

Nel frattempo avrete scaldato il forno a circa 180° - 200° (la temperatura non è precisa perché in un eccesso di pulizia ho cancellato le temperature intorno al selettore dal forno).
Mettete il composto in uno stampo col buco dopo averlo imburrato e spolverato di farina. Infornate per circa 40-50 minuti (il tempo non è preciso perché nello stesso eccesso di pulizia oltre alle temperature ho pulito anche i minuti …).

Aspettate che si raffreddi un po’ prima di mangiarla per gustarne a pieno la dolcezza. È ottima per la colazione ma anche come merenda.
 

giovedì 13 febbraio 2014

Mug cake alla Guinness


Lo confesso: a me le mug cakes piacciono. Cosa c'è di meglio che potermi fare una torta in due minuti e mangiarmela sul divano seduta stante? Niente, dico io.

Così ogni tanto sperimento qualche ricetta trovata in giro... La mia preferita rimane cocco e lime (ovviamente) che un giorno condividerò quando l'avrò finalmente perfezionata, ma intanto ho scoperto lei:

La mug cake alla Guinness.

mug cake guinness

Perchè cosa c'è di meglio che tornare a casa, aprirsi una lattina di birra... e poi farci una torta? Assolutamente niente, dico io. E poi è anche una buona occasione per usare la mia mini-frusta rosa, che mi rende sempre felice.

E per gli scettici, il sapore della birra non è predominate, ma serve a rendere il sapore del cacao più corposo, come se aveste usato del cioccolato invece del cacao.

Mug Cake alla Guinness