giovedì 11 aprile 2013

Tofu in agrodolce




Non sono una grande cucinatrice di tofu, ma una volta ho avuto l'impulso di comprarne una scatola e mi sono poi trovata nella posizione di doverlo smaltire in qualche modo. Così ho cercato a destra e manca su internet, e alla fine ho messo insieme un po' di indicazioni e ta-daaaan! Tofu in agrodolce.

C'è da dire che quando ho raccontato a mia madre della ricetta i commenti sono stati due:

1) "Che schifo."
2) "Hai proprio rinnegato tutta la base della nostra cucina!"

Non so se per nostra cucina si intenda quella italiana o la nostra nostra, nel senso di "mamma, ma com'è che si fa...?"


In realtà, a me piace molto. Poi se proprio non volete mangiarvi il tofu, sostituitelo con del pollo e siete a posto. Tanto la salsa è buona anche con la carne, se non volete passare per dei vegetariani.

Tofu in agrodolce


Ingredienti:
(per 2 persone affamate)


250g di tofu
1 cucchiaio di olio d'oliva
1 spicchio d'aglio
1 cucchiaino di zenzero fresco grattuggiato
1-2 peperoncini essiccati
3 cucchiai di salsa di soia
3 cucchiai di sciroppo d'acero
1 cucchiaino di succo di limone
150g di riso basmati (io preferisco una selezione di riso basmati, riso rosso e riso selvaggio)

Preparazione:

Grattuggiate lo zenzero fino ad averne un cucchiaino pieno. Grattuggiate l'aglio (così vi rimarrà l'odore sulle mani per due giorni). Tagliate il tofu a cubetti (mi raccomando, fatelo scolare bene altrimenti poi vi schizza tutto l'olio bollente dappertutto).

Cuocete il riso.

Fate scaldare l'olio in una pentola, buttateci poi i cubetti di tofu e fateli rosolare per cinque minuti a fiamma alta, finchè non diventano belli dorati. 

Quando i cubetti saranno colorati su tutti i lati abbassate la fiamma e aggiungete il misto di aglio e zenzero e i peperoncini spezzati a metà. Lasciate insaporire per cinque minuti. 

Aggiungete tre cucchiai di salsa di soia, tre cucchiai di sciroppo d'acero e un cucchiaino di succo di limone.

Coprire e lasciate assorbire il liquido per qualche minuto.

Servite insieme al riso.


Quando poi avete fatto le vostre foto artistiche alle ciotoline bianche buttate tutto in un piatto e mangiatevene una montagna.





Nessun commento:

Posta un commento